MATRIS ANIMO CURANT Associazione Italiana Donne Medico — A.I.D.M.
Sezione di Genova “Renata Vignolini” donne medico

AIDM GENOVA

Homepage

Chi siamo

Organizzazione
Statuto

Documenti

Presentazione
Programmi e Attività
Atti
Archivio

Risorse

Notizie
Links
Fotografie
Dove siamo
Scrivici
Sei qui: Homepage » Chi siamo
Chi siamo

immagine inclusa nella scheda
Genova


Genova è una delle Sezioni “storiche” A.I.D.M. con Bologna, Milano, Torino, Napoli e Roma.

Nel 1921 la Prof. Paola Zappa, Primario Pediatra dell’Ospedale San Filippo di Genova, è presente nel “nucleo fondatore” dell’Associazione Italiana Donne Medico a Salsomaggiore.

La Dott. Bonomi è Relatrice nei primi Congressi Nazionali «Assistenza alla Maternità e all’Infanzia» e «L’indirizzo professionale delle Medichesse in Italia».

Dal 1929 al 1939 su tutto il territorio nazionale un lungo silenzio sull’attività dell’Associazione e poi per “motivi politici e bellici” una interruzione dei rapporti con l’Internazionale...

Nel 1954 alcune Colleghe - fra le quali ricordiamo Ramoino, Susan, Andreani, Vignolini, Bori, etc - si adoperano per aggregare un nucleo di Donne Medico della Città in una Sezione A.I.D.M. strutturata.

Dopo alterne vicende, nel 1965 la Sezione viene ancora ricostituita.
Presidente è Renata Vignolini, radiologa prematuramente scomparsa cui la Sezione dedicherà in seguito il proprio nome, affiancata da Fernanda De Benedetti, una grande figura della medicina genovese scomparsa l´anno scorso.

Le Presidenti che seguono sono:
Aurelia Merlin, M. Ludovica Susan, Franca Erede Durst, Giustina Greco, Luciana Vesin, Maria Messeni Nemagna Leone, M. Clemens Barberis, Rosanna Gusmano, Maria Augusta Masperone (dal 2005 al 2011), Alba Zolezzi(dal 2011 al 2017) e Luisa Cozzio (attualmente in carica).

In questi primi Cinquanta Anni (1954 – 2004) l’espressione della vita e dell’opera della Sezione A.I.D.M. di Genova procede naturalmente intrecciandosi con il valore professionale delle Donne Medico che ne fanno parte e che in questa si riconoscono.

Ciascuna con i propri talenti: di diagnosi e cura, di ricerca, di interazione sociale... anche raggiungendo ruoli dirigenziali ai massimi livelli negli Istituti Universitari, negli Ospedali, nelle ASL, creando sinergia associativa, partecipando alla vita delle Istituzioni, impegnandosi nel dibattito politico, calandosi nella realtà della Città, meritando riconoscimenti d’onore, ma anche riconoscendo periodi di stasi.

Le tematiche trattate, le iniziative informative-formative sono multiple, contestualmente a quelle internazionali e nazionali, dalle “storiche” materno-infantili a quelle gestionali, più vicine al nostro tempo.

Ma nella lettura critica della Storia della M.W.I.A. e dell’A.I.D.M., derivata dalle ricerche delle Colleghe Borsarelli e Longhena, si coglie fin dai primi anni ’20 una grande energia propositiva ed appassionata, unitamente ad una acuta individuazione di problemi coraggiosa e ancora oggi sorprendentemente attuale.

Pensiamo alla Collega Bonomi, di Genova, che nel 1° Congresso Nazionale, tenuto conto che già antecedentemente alla Prima Guerra Mondiale le lavoratrici operaie nell’industria erano, secondo un censimento dell’epoca, il 49,3%, chiede l’interessamento dell’Associazione per ottenere dal Governo una legislazione per la protezione delle lavoratrici durante la gravidanza, l’allattamento e l’assunzione delle Dottoresse nelle fabbriche a prevalente manodopera femminile, per lezioni di Igiene, di Pronto Soccorso, di Alimentazione e di Educazione Sessuale!

Sempre la Bonomi, nel 1924, consiglia alle Colleghe di lavorare per i Collegi e gli Istituti Femminili, nei Laboratori di Igiene, negli Ospedali, nei Brefotrofi, nelle Scuole e negli Istituti di profilassi, auspicando inoltre che le Colleghe possano entrare a far parte dei Consigli Comunali e che vengano loro affidati gli Assessorati all’Igiene, alla Scuola, all’Annona, etc.

Certamente l’A.I.D.M. di allora aveva “carattere”, quel “carattere” che tutte noi (dopo un periodo forse di “appiattimento di posizione”) siamo chiamate a ritrovare oggi, quando si gioca una partita: quella di saper coniugare “la matrice storica”, della quale abbiamo a lungo parlato, con una nuova identità, quella di Società Scientifica.
AIDM è stata riconosciuta società scientifica provider E.C.M. nel 2009.


 
Medical Women's International Association - World Website
http://www.mwia.net/   Associazione Italiana Donne Medico - Sito Nazionale
http://www.donnemedico.org/
▲ inizio pagina ▲

 

Associazione Italiana Donne Medico — A.I.D.M.
Sezione di Genova “Renata Vignolini”
c/o Ordine dei Medici — Piazza della Vittoria, 14 — 16121  Genova  GE

telefono +39 010 5958378     fax +39 010 593558     email info@aidmgenova.org


disclaimer privacy warning credits
Contents © 2019 by AIDM GENOVA
Design and Engineering © 1997-2019 by Castrovinci & Associati